Aquila Nigra

vicolo Bonacolsi, 4 | 46100 Mantova (MN)
4 pareri

vicolo Bonacolsi, 4 | 46100 Mantova (MN)

+39 0376 327180

Web

Locali nei dintorni

Modifica i dati

Categorie: ristorante

Cucina: tipica

Specialità: riso morbido al crescione

Chiusura settimanale: domenica e lunedì

Coperti: 70

Media 4.00/5

4 pareri
0.00%
Pessimo
0.00%
Mediocre
25.00%
Buono
50.00%
Molto buono
25.00%
Eccellente
Penelope

Penelope

126 pareri

0 bookmark

23-09-2012

Bello il palazzo d'epoca in cui si trova, raffinato l'ambiente, pur rimanendo caldo e accogliente. Il conto fa onore a una cucina di alto livello, non sempre perfetta, ma curata nella qualità delle materie prime, nei dettagli e nella presentazione. Crudo di gamberi rossi con insalata di finocchi, arance, aneto e granita agli agrumi, anatroccolo caramellato alle marasche con purea di castagne. Altrettanto curate anche le selezioni di formaggi e le proposte dei dolci. Carta dei vini importante.

cipolla

cipolla

24 pareri

0 bookmark

21-10-2010

CUCINA OTTIMA - SERVIZIO OTTIMO - LOCALE MOLTO BELLO -PREZZO ADEGUATO

bricci_mn

bricci_mn

136 pareri

14 bookmark

24-11-2009

Cucina deliziosa. Sono concorde con Gordon nell'affermare una certa incertezza nei gusti, che rincorrono troppo la ricercatezza fine a sé stessa, perdendo il filo del discorso culinario. Purtroppo, con una certa frequenza, il cliente tipico è l'ignorante arricchito, povero di rispetto per gli estranei agli altri tavoli, ma ricco di banconote. Indubbiamente più interessante il rapporto qualità/prezzo del ristorante gemello "La Porta Accanto", che condivide la cucina e piatti più razionali, riportando a quote più consone i costi. Con buona pace degli affittuari e del portafogli del commensale!

gordon

gordon

1 pareri

0 bookmark

02-12-2006

Il locale ha un suo fascino e colpisce la fantasia di ospiti un po' naive. In realtà è rumoroso e a volte le frequentazioni a pranzo sono tali da far rimbombare nell'ampio locale la usuale moderna terminologia un po' sboccata di qualche avventore benestante ma non altrettanyo educato che annulla istantaneamente il fascino del luogo. La materia prima dei piatti è in genere povera, ma discretamente cucinata, non si può dire che i sapori siano preservati e completi, piuttosto un po' slavati ad eccezione che per il tipico piatto di tortelli di zucca, un classico rivisitato e molto aromatizzato all'arancio. Buoni in genere gli accompagnamenti di saporite creme aromatizzate a compensare appunto i sapori da immaginare. Se un ristorante deve avere una sua personalità, qui non viene dal cibo, troppo eterogenee le proposte: mare, fiume terra... Ogni piatto sembra avere un costo determinato da costi variabili da 1 a 5 € circa per la materia prima e un ricarico fisso (spese generali) che si aggira sui 16-18 €. Se questo è più o meno accettabile per un filetto (25 €) è un po' caruccio per il piedino di maiale disossato (circa 40.000 lire di un tempo). Servizio buono e attento, non eccezionalmente esperto nel consigliare: "molto buono" è l'espressione tipica descrittiva. Alla fine si esce con la sensazione di aver pagato molto per l'affitto del locale (decisamente di volumi superflui) e poco per il cibo, e di aver quindi sbagliato perchè Mantova è una città stupenda e una piadina in piazza delle erbe darà forse più soddisfazione...la prossima volta.