Fra.T. (Parma)

2 pareri

  • La Cucina di Roberto

    La Cucina di Roberto

    via Calestano 14 | 43035 Felino (PR)

    21-08-2009

    A distanza di mesi, ribadisco il concetto della visita precedente. Lungi da me l'intento della stroncatura: anzi, queste poche righe vogliono solo rassicurare quei pochi "entusiasti" che subito dopo il mio commento hanno sentito l'esigenza di sperticarsi in elogi per questo ristorante. Ebbene signori, nessuno di Loro ha opposto il benché minimo argomento alle mie dettagliate critiche; è fin troppo chiaro che, se da parte mia regna la più assoluta trasparenza, disinteresse e buona fede, altrettanto non si può dire per Loro. Noto invece con piacere (per amore di verità) che il fronte dei suddetti entusiasti comincia a incrinarsi. E che in tanti (forse il sottoscritto non è vittima di un caso isolato) hanno tempo e voglia di dire che... no, non è così che si trattano i clienti, proprio no! La Cantinetta di qualche anno fa(io stesso ne apprezzavo vari aspetti) era diversa. Quella di oggi è divenuta una macchina da soldi, fatta di tanta facciata e scarsissima sostanza, sostenuta dalle guide, ma stroncata da molti, troppi clienti. Se a questo si aggiunge l'arroganza di una guida francamente imbarazzante (si veda il mio commento precedente per avere un'idea) il quadro, ahimé, risulta desolatamente completo.

  • La Cucina di Roberto

    La Cucina di Roberto

    via Calestano 14 | 43035 Felino (PR)

    12-10-2008

    Avete tempo e voglia? Benissimo, vi racconto com'è andata domenica 12 ottobre 2008. Festa di compleanno in famiglia, 3 persone. Tavolo prenotato. Ingresso ore 13,05. Ordinazione ore 13,20. Due su tre scelgono menù 6 portate di pesce. Uno sceglie alla carta, primo e secondo piatto. La degustazione prevede due antipasti. Ore 13,40 (35 ') primo antipasto, due persone mangiano, una attende. Ore 14,05 (60') secondo antipasto, due persone mangiano, una attende. Ore 14,30: sono passati 85 minuti e al tavolo una persona non ha ancora avuto il suo primo piatto. Alla domanda specifica, la risposta è: "il primo alla carta viene servito con i primi del menù". Ore 14,40 (95') arrivano i primi del menù e, finalmente, dopo un'ora e trentacinque minuti, anche il primo alla carta. A questo punto si fa subito presente che la fame è passata, bene così per il primo piatto, ma per cortesia non si prepari il secondo. Risposta: "spiacenti, il secondo è in preparazione, non si può più fermare, e in ogni caso verrà servito lo stesso". Ore 15,10 (125') assieme alle portate del menù arriva il secondo alla carta. Viene immediatamente rimandato in cucina, come specificato mezz'ora prima. Ore 15,15 si chiede il conto, per favore escludendo almeno i dessert. Il titolare non esce per alcuna ragione dalla cucina. Ore 15,20 non arriva il conto, ma arrivano due dessert del menù; ore 15,21 i dessert ritornano in cucina e si chiede nuovamente il conto; ore 15,22 si odono distinte le imprecazioni del titolare in cucina, non riferibili. Ore 15, 23 arriva il conto, complessivo. Figurano tutte le portate, per un totale di 185 Euro. Il titolare impreca ancora distintamente da dietro la porta, ma si cura bene di non uscire. Pago il conto e specifico, senza alzare la voce, che ero stato cliente più e più volte del locale e che, pur avendo girato ristoranti di 4 continenti, mai mi sarei aspettato alla Cantinetta un trattamento del genere. Risposta della cameriera: "Sa, la domenica è un giorno un po' difficile...". In tutto il ristorante erano occupati 4 tavoli, totale tra le 10 e le 15 persone. Pago e ringrazio per la splendida festa di compleanno che ci hanno riservato. Chi volesse, può scrivermi per qualsiasi delucidazione a tajo72@katamail.com

Fra.T.

Località
Parma

Pareri per provincia

  • Parma (2)